The Sports Archives – La storia di Wilma Rudolph

Esegui Wilma! Corri!

Una storia stimolante sul superamento delle avversità.

Wilma Rudolph è nata nel 1940 a Bethlehem, nel Tennessee, la seconda più giovane di 22 fratelli dai due matrimoni di suo padre. Era prematura a soli 4,5 libbre. È nata anche da una famiglia nera impoverita nel sud razzialmente segregato di quel tempo. Il mazzo era contro di lei in molti modi, ed era particolarmente contro il suo mai essere un'atleta olimpionica di atletica leggera

Malattia e perseveranza

Soffriva di gravi malattie nella sua prima infanzia, tra cui polmonite e scarlattina, nonché paralisi infantile contratta causata dal virus della poliomielite alla giovane età di quattro anni. Era così fisicamente disabile alla gamba e al piede sinistro per gran parte della sua prima infanzia, che Wilma ha dovuto indossare un tutore per le gambe fino all'età di otto anni, come il personaggio di Tom Hanks nel film Forest Gump.

Dopo due anni di viaggi settimanali in autobus di 50 miglia a Nashville per la terapia al Meharry Medical College per riacquistare l'uso della sua gamba insieme a massaggi domiciliari quattro volte al giorno con l'aiuto dei suoi familiari, e dopo aver indossato una scarpa ortopedica speciale per altri due anni, Wilma era in grado di camminare senza l'ausilio del tutore per le gambe o della scarpa ortopedica all'età di dodici anni. Un ottimo inizio!

A Clarksville, la Burt High School tutta nera del Tennessee, Wilma, che era disabile alle gambe per la maggior parte della sua prima infanzia, è diventata una star del basket e dell'atletica leggera! Il suo allenatore di basket del liceo la chiamava "Skeeter" (dal sud per "zanzara") perché era così veloce. Quando il famoso allenatore di atletica leggera del Tennessee State, Ed Temple, ha visto Wilma correre come una terza elementare, sapeva di aver individuato un atleta naturale.

Il sorgere di una stella

Temple l'ha allenata alla TSU mentre era ancora una studentessa delle superiori e l'ha mandata a gareggiare in un raduno di atletica leggera a Philadelphia, Pennsylvania, dove ha vinto tutti e nove gli eventi. All'età di 16 anni, Wilma si qualificò per partecipare alle Olimpiadi del 1956 a Melbourne, in Australia, dove lei e una squadra di altri tre corridori, tutti della TSU, vinsero la medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 100 m eguagliando il record mondiale di velocità a fallo.

Wilma tornò in Tennessee e mostrò ai suoi compagni di classe del liceo la medaglia di bronzo che aveva vinto, e decise di vincere una medaglia d'oro alle Olimpiadi del 1960 a Roma, in Italia. Mentre era ancora al liceo, rimase incinta del suo primo figlio e partorì poche settimane prima di iscriversi alla Tennessee State University di Nashville per gareggiare in pista a livello collegiale.

È nata una stella

Al secondo anno di college, Wilma Rudolph ha stabilito un record mondiale nei 200 metri piani alle prove a squadre di atletica leggera degli Stati Uniti a Fort Worth, TX. Il record durò otto anni. Alle Olimpiadi di Roma del 1960, Wilma ha gareggiato nei 100 e 200 metri sprint, così come nella staffetta 4 × 100 metri, e ha vinto medaglie d'oro in tutti e tre gli eventi.

È stata la prima donna americana a vincere tre medaglie d'oro in un'Olimpiade e, dopo queste vittorie che hanno segnato la carriera, Wilma Rudolph è stata acclamata in tutto il mondo come la donna più veloce della storia!