Ham Brown condivide la sua passione per Silver Spurs Rodeo e ciò che serve per allevare bestiame

Percorrendo alcune parti della contea di Osceola, lontano dai parchi a tema e dai centri commerciali, vedrai terreni ranch per chilometri che costituiscono alcuni dei più grandi allevamenti di bestiame del paese, elementi di rodeo sui marciapiedi del nostro centro storico e strade intitolate famiglie di allevatori o influencer. Sebbene la maggior parte delle persone guidi lungo Ham Brown Road per tornare a casa o alla Horizon Middle School, potrebbero non rendersi conto che l'uomo che prende il nome dalla strada capita a stil io  vivere di esso. Vorremmo presentarti l'uomo in persona e aiutarlo a condividere la sua storia di crescita a Kowtown, il suo coinvolgimento con il Silver Spurs Club e il suo amore per il bestiame.

Come tendiamo a condividere più e più volte, l'allevamento ha svolto un ruolo enorme nel gettare le basi per la città di Kissimmee, mettendola sulla mappa con le aziende di bestiame delle famiglie di allevatori, proprio come quelle di Ham. Risalenti al 1800, le radici della famiglia di Ham possono essere fatte risalire all'allevamento del bestiame, anche nella terra in cui vive ora. Nato e cresciuto a Kissimmee, Ham ha passato tutta la vita ad allevare bestiame a Kissimmee, imparando a prendersene cura e ad allevarli da suo nonno e suo padre sin da quando era un bambino.

"Uno dei miei ricordi più belli risale agli anni '40, io, mio ​​padre, mio ​​nonno, Irlo Bronson e Mac Overstreet lavoravamo da 500 a 600 capi di bestiame da Kissimmee su la strada 27 fino ai campi all'aperto di Clermont", ricorda Ham .

Con un amore per l'allevamento e gli animali come nessun altro, non sarebbe passato molto tempo prima che Ham entrasse nel rodeo. A partire dall'età di 13 anni, Ham ha iniziato a cavalcare i tori (grazie a Pete Clemons) ed è stato un bulldogger per anni, mentre si è offerto volontario anche al Silver Spurs Rodeo. Poi, quando Ham compì 21 anni nel 1957, si unì al Silver Spurs Riding Club. Con la sua esperienza e l'amore per il lavoro con gli animali, Ham ha iniziato a lavorare con il bestiame grezzo dei Silver Spurs, i vitelli e i manzi, caricandoli attraverso gli scivoli per ogni evento. A causa della sua devozione al Club e al Silver Spurs Rodeo, non passò molto tempo prima che Ham venisse nominato Big Boss negli anni '70, che era un'occasione per supervisionare la gestione del rodeo che amava così tanto.

“Essere Big Boss è stato un grande onore e non posso prendermi tutto il merito di aver gestito il Club quell'anno. Sono grato di avere dei veterani come Pete Hunt, Cicero Knechel, Pat Johnson, Slim Partin e altri membri che mi hanno aiutato lungo la strada con la gestione dell'organizzazione, l'allevamento e l'allestimento di un grande rodeo."

Riconosciuto come un cowboy della Coca-Cola nel 2002, Ham e sua moglie, Jackie, trascorrono la maggior parte delle loro giornate nel ranch a lavorare il bestiame, ma rimangono comunque membri attivi del Club.