Avventura da casa San Juans:storia, manto nevoso, pianificazione

Rotolamento in avvicinamento Montagna a San Juans.

È estate:gli sci sono ricoperti di sciolina, l'erba è verde ed ecco l'ultimo capitolo della serie Adventure From Home. Spero che la storia ti piaccia.

Introduzione

La terza parte della serie Adventure From Home si svolge a San Juans, nel sud-ovest del Colorado. AFH Parte I parla dello sci di fondo dei Tetons e Parte II degli Elks. Le montagne di San Juan si trovano all'interno delle foreste nazionali di San Juan e Uncompahgre. Lo sci di fondo a San Juans si basa su Ouray, Silverton o Telluride. Le montagne di San Juan hanno una reputazione per il terreno espansivo, il manto nevoso instabile e le cime frastagliate e difficili. Sono cresciuto nella zona e ho imparato a sciare qui. Tengo questo posto vicino e caro al mio cuore.

Per questa tappa della serie AFH, ho programmato di sciare con due amici intimi:Sheamus e Fritz. Sheamus e io siamo cresciuti insieme a San Juan. La mia prima volta con gli sci alpinismo, usando i ramponi e viaggiando a livello internazionale per sciare è stata con Sheamus. È un eccezionale atleta di montagna per quanto poco attribuisca il suo talento alla sua personalità più ampia. Fritz e io ci siamo conosciuti all'università. Viene dalla Roaring Fork Valley. Fritz è simile a Sheamus in quanto non riconosce il suo livello esperto di esperienza di sci di fondo. Fritz e Sheamus hanno stili di sci yin e yang. Sci Sheamus controllati e stretti. Fritz scia veloce e sciolto.

Sheamus, Fritz ed io abbiamo fatto piani per sciare e campeggiare senza obiettivi specifici in mente. I nostri obiettivi erano più:
— Stai al sicuro
— Divertiti
— Terreno che ispira lo sci
In questo ordine di priorità. Abbiamo avuto tutti un notevole livello di affaticamento da decisione dopo una stagione di neve instabile e condizioni di valanghe attive. Eravamo eccitati per il caldo clima primaverile appena arrivato e il manto nevoso isotermico.

Prima del nostro viaggio, ho parlato con due esperti/amici locali per saperne di più sulla zona:Sheldon Kerr e Hilaree Nelson. Sheldon è una guida alpina IFMGA che vive a Ridgway. Hilaree è una sciatrice professionista con sede a Telluride.

Valutazione del rischio e del manto nevoso con la guida IFMGA Sheldon Kerr

Sheldon lavora come guida di sci a San Juans. Ha un numero:prende decisioni prudenti basate sull'evidenza, sembra trovare sempre una buona neve e fa sentire i suoi compagni di sci responsabilizzati e ascoltati. Aspiro ad essere un professionista come Sheldon quando si tratta di prendere decisioni in backcountry. Sheldon ed io abbiamo parlato del manto nevoso a San Juans e della valutazione del rischio per quanto riguarda questa regione. Ecco un riassunto:

I San Juan si trovano in un clima continentale arido che si presta a un manto nevoso sensibile. La brina di profondità persiste per tutta la stagione, gli eventi di sfaccettatura vicino alla superficie sono comuni a causa di periodi di siccità prolungati tra le tempeste e l'altezza totale della neve è relativamente bassa per tutta la stagione. Per gestire lo stress dei viaggi in backcountry con questa varietà di problemi complessi, Sheldon semplifica le cose. “Alcune persone parlano di croste e strati e di molteplici problemi di valanghe, ma a me piace pensare in modo più semplice. Per me ci sono No Season e Yes Season”.

Ad esempio, Sheldon chiederà:

È sicuro? (cioè c'è un'assenza di problemi di valanghe?)
Se no, è la stagione del no.
Se sì, è la stagione del sì.

Durante la No Season, il terreno valanghivo è vietato. Se non c'è un chiaro problema di valanghe, allora è la stagione degli Sì (che secondo Sheldon è iniziata la seconda settimana di marzo di quest'anno). "Sì, la stagione è quando il processo decisionale diventa difficile perché l'opzione per accedere al terreno valanghe è ora nel menu." Poiché non ci sono problemi di valanghe evidenti, puoi gestire più facilmente terreni complessi.

“O il manto nevoso deve essere semplice o il terreno deve essere semplice. Sciare su un manto nevoso complesso su un terreno complesso porta a un'incertezza aggravante”. dice Sheldon. L'idea No/Yes Season non significa che il backcountry sia sicuro durante la Yes Season. Ci sono ancora pericoli da gestire durante la stagione del sì come lastre di vento, valanghe bagnate, incertezza, caduta, smarrimento, esaurimento degli snack, ecc. Decidere tra la stagione del no e quella del sì significa decidere tra terreno semplice o terreno più complesso in base al struttura del manto nevoso. Il punto che mi è rimasto impresso è quello di attenermi a un terreno semplice fino a quando il manto nevoso non è semplice.

Il modo in cui Sheldon descrive come sopravvive a No Season "è godersi veramente lo sci sulla neve fresca". Spiega:"Non dirmi che 25° di neve fresca non sono beatitudine. Perchè è. No Season riguarda lo sci sulla neve fresca come un'esperienza spirituale. C'è un fantastico sci da fare a gennaio e febbraio, ma fa freddo". (Se vuoi approfondire la spiritualità e la pratica dello sci sulla neve fresca, prova ad annusare una copia di Deep Powder Snow:Forty-Years of Ecstatic Skiing, Avalanches, and Earth Wisdom del defunto scialpinista di Silverton Dolores LaChapelle.) Sheldon continua:“Poi arrivano marzo, aprile e maggio. Questo è il momento in cui puoi potenzialmente prendere in considerazione obiettivi più ripidi e complessi."

Questa stagione binaria No/Sì è un'interessante semplificazione per sciare in un manto nevoso continentale. Se c'è un manto nevoso complesso, evita il terreno valanghivo e vai a sciare su neve fresca (leggi di più sullo sci con neve fresca a basso pericolo qui). Se il manto nevoso è semplice, c'è la possibilità di uscire su terreni più grandi.

Storia ed etica dello sci locale con Hilaree Nelson

Hilaree Nelson è una scialpinista professionista e l'attuale capitano del team The North Face Global Athletic. Conosco Hilaree da due punti di vista:come sciatore professionista e come locale di Telluride. Ha una lunga lista di discese sugli sci da tutto il mondo. Ma Hilaree è anche un altro locale di Telluride che ha sviluppato lo sci di fondo locale nella zona. Ho parlato con Hilaree per conoscere meglio la moderna storia dello sci a San Juans e le preoccupazioni locali per questa zona.

Hilaree si è trasferita a Telluride circa 20 anni fa per vivere con il suo compagno di allora Brian O'Neil, che aveva vissuto lì 10 anni. Questi due facevano parte di una piccola comunità che ha aperto la strada a gran parte del moderno sci di fondo intorno a Telluride. "Per molti anni, ho conosciuto ogni persona nel backcountry e la maggior parte di quelle persone erano quelle che hanno dato il nome alle linee che abbiamo sciato", ha detto Hilaree "Un grande cambiamento di recente è la crescita dello sci di backcountry. Ci sono così tanti volti nuovi ed è più difficile entrare in contatto con la community principale. La comunicazione è necessaria qui a causa delle condizioni complesse e del terreno”.

Ci sono dolori crescenti legati all'aumento dello sci di fondo e la mancanza di comunicazione e comunità è uno di questi. I nuovi sciatori stanno entrando in un terreno sconosciuto con una mancanza di informazioni/esperienza. Gli sciatori più anziani si spingono su terreni sconosciuti per cercare di trovare la neve fresca.

“Ho davvero paura di vedere alcuni dei nostri straordinari accessi bloccati perché non aderiamo alle normative sull'uso del suolo o perché mettiamo inutilmente in pericolo la ricerca e il salvataggio rimanendo travolti da valanghe. Il futuro dello sci di fondo è promuovere l'istruzione e la comunicazione localizzate."

Seguendo il consiglio di Hilaree, alcuni modi per migliorare l'istruzione e la comunicazione localizzate nella tua regione di montagna sono:
Invia osservazioni dettagliate al tuo centro di previsione locale (CAIC Submit Observations). Possono essere osservazioni meteorologiche, osservazioni di valanghe o rapporti sul campo. Più sono, meglio è!
Connettiti con il tuo club di montagna locale (Telluride Mountain Club per i San Juans)
Parla con le persone! Chatta con altri utenti di backcountry all'inizio del percorso sulle condizioni della neve o sulla selezione del terreno. Conosci i membri locali della tua comunità di backcountry. Costruisci un dialogo aperto sullo sci per aiutarci a proteggerci a vicenda.

Pianificazione del percorso e analisi del tempo

Sheamus, Fritz ed io abbiamo programmato un fine settimana di sci vicino al lago Hope, situato nell'angolo sud-ovest di San Juans. Questo viaggio è stato vicino a casa per me e Sheamus, e un'ottima scusa per convincere il nostro amico Fritz a scendere da Aspen. Volevamo mantenere i nostri piani tranquilli e goderci un viaggio in campeggio primaverile tutti insieme dopo una lunga stagione sciistica. Il manto nevoso era diventato isotermico e l'altezza della neve era ancora moderata. Nelle parole di Sheldon:era la Yes Season. Avevamo un manto nevoso semplice, quindi c'era la possibilità [ma non la necessità] di scegliere un terreno più complesso.

Pianificazione del viaggio come si vede sull'app Onx Backcountry (da sinistra a destra):(1) Una vista satellitare 3D di Rolling Mountain mostra la complessità della parete nord. Una sovrapposizione invernale e un modo per manipolare la vista 3D sarebbero utili aggiunte all'app OnX (2) La vista Topo 2D mostra il terreno privato in bianco e la foresta nazionale in verde. Il nostro approccio è la linea blu. Questa sovrapposizione è ottima per evitare di sconfinare inconsapevolmente durante un tour (3) Il nostro approccio al campo è in blu e la salita della Rolling Mountain è in rosa.

Il nostro piano era di avvicinarci a Hope Lake venerdì dopo il lavoro e allestire il campo. Fritz guidava da Aspen e ci incontrava sabato mattina al campo prima di colazione. Andavamo a sciare sabato e domenica prima di fare i bagagli e tornare a casa domenica pomeriggio. Avevamo due obiettivi in ​​mente:Rolling Mountain e Vermillion Peak. Anche le condizioni della neve e il tempo detterebbero se potessimo sciare. Il tempo era... misto. C'erano nevicate in previsione e cielo coperto sia per sabato che per domenica, ma abbiamo deciso di andare lo stesso. Avevamo tutti programmi limitati per la primavera e questo fine settimana ha funzionato. La qualità anticipata dello sci passava in secondo piano rispetto alla qualità della compagnia.

Resta sintonizzato per la seconda parte di Adventure From Home San Juans, dove l'equipaggio tenta la parete nord della Rolling Mountain.